La Merenda ti premia. Parola di “Vicentina”.

Si è concluso con grande successo il progetto “Merenda nelle scuole… con la Vicentina”.


A marzo 2018, per tre settimane, 4500 alunni hanno visto arrivare il furgoncino del panettiere che consegnava una fragrante merenda: La Vicentina con gocce di cioccolato. Alle farine locali semintegrali, olio extra vergine di oliva e sale iodato, i fornai hanno aggiunto il cioccolato, perfetto per addolcire la ricreazione.


L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra Confartigianato e ULSS, ha coinvolto 24 scuole primarie e 2 scuole per l’Infanzia vicentine.


Spiega Ruggero Garlani, presidente dei Panificatori di Confartigianato Vicenza: “Abbiamo individuato i colleghi disponibili ad aderire al progetto, poi verificato la distanza tra il panificio e la scuola, per conservare al meglio le qualità di freschezza e fragranza del prodotto. Infine abbiamo pensato al formato, realizzando una “Vicentina” da 50 grammi arricchita con scaglie di cioccolato. Una merenda semplice costruita secondo i bisogni dei bambini in crescita, non pesante, nutriente e soprattutto con il vantaggio di essere appena sfornata”.


Ma non è finita qui. L’iniziativa, infatti, oltre a soddisfare il palato, ha voluto anche divertire attraverso un concorso che invitava gli alunni a collezionare delle figurine. Completando la cinquina di immagini, i bambini hanno partecipato all’estrazione di piccoli elettrodomestici da cucina e giochi. 

Ecco le famiglie vincitrici al ritiro dei premi direttamente nei tre panifici del proprio paese.

Alessandra ritira il premio de la Vicentina

1° premio: Alessandra ritira il frullatore Philips al Panificio Gasparini di Piovene Rocchette

1140x885 2 elisabetta trevisan caldogno tostapane

2° premio: Elisabetta ritira il Tostapane Kitchen Aid al Panificio Zenere di Caldogno

1140x885 3 massimiliano chendi san zeno bollitore

3° premio: la signora Chendi ritira un bollitore elettrico De Longhi al Panificio Garlani San Zeno di Cassola

E per i più piccoli un kit Lego City da costruire.

“È nostra intenzione - afferma Garlani - continuare a collaborare con ULSS e scuole, per promuovere la cultura del pane tra le giovani generazioni. Perciò proseguiremo sicuramente con altre iniziative anche il prossimo anno scolastico”.